Impianti ad energia alternativa


La cultura dell’ambiente è una nostra prerogativa.
L’utilizzo di prodotti altamente innovativi ci conducono alla realizzazione di impianti che abbiano sia il rispetto della salute dell’uomo come dell’ambiente esterno.

 

Siamo specializzati per l'istallazione di:

Impianti a pannelli radianti per il riscaldamento e il raffrescamento della casa.
Impianti a pannelli solari

 


Impianti ad energia alternativa

 

In primo luogo, i pannelli solari termici permettono di riscaldare l'acqua sanitaria per l'uso quotidiano senza utilizzare gas o elettricità. Sono pertanto un sostituto dello scaldabagno elettrico e della caldaia a gas per ottenere acqua calda per lavare piatti, fare la doccia, il bagno ecc.


Produzione acqua sanitaria con pannelli solari: un impianto con collettori solari può arrivare a produrre anche il 95% del fabbisogno di acqua calda sanitaria di un'abitazione. Particolarmente convenienti sono le applicazioni per alberghi, agriturismi, cliniche, ospedali e del terziario in generale. Nel settore civile si calcola mediamente 50 lt x persona di accumulo e 1-1,5 mq di pannello ogni 100 lt di accumulo.

 

Integrazione del riscaldamento con pannelli solari: i pannelli solari possono coprire fino al 40% dei consumi del riscaldamento. E' oppurtuno utilizzare l'impianto anche per la produzione di acqua sanitaria. Gli accumuli per abitazioni standard vanno da un minimo di 500 lt fino a 2200 lt.


Riscaldamento piscine con pannelli solari: gli impianti solari rendono possibile un utilizzo più lungo delle piscine. Infatti, sopratutto se l'impianto si utilizza anche per l'integrazione al riscaldamento, tutto il surplus di energia, che si produce dalla fine della stagione invernale, viene impiegato per il riscaldamento di una piscina a costo zero.


Condizionamento estivo con pannelli solari: tecnicamente ci sono varie macchine frigorigere in commercio, soprattutto ad assorbimento, che utilizzano l'energia termica prodotta dai pannelli solari, per raffreddare acqua da immettere in impianti per la climatizzazione estiva.
Anche se l'investimento risulta abbastanza alto, abbinando questo sistema ad un impianto solare per acqua sanitaria ed integrazione al riscaldamento, è possibile arrivare ad una autonomia energetica quasi totale.

Impianto solare a circolazione naturale:

 

Questi tipi di impianti solari sfruttano il principio naturale, detto anche termosifonico, secondo il quale l'acqua calda tende ad andare verso l'alto e quindi, senza bisogno di pompe elettriche, si riesce a fare circolare il liquido all'interno dei pannelli solari, facendola confluire nel serbatoio che serve per conservare l'acqua calda.

In estrema sintesi il funzionamento di un circuito solare è questo: i pannelli solari sono collegati ad una serpentina contenuta nel serbatoio e questo fa sì che il calore catturato dal liquido circolante nei pannelli solari vada a scaldare l'acqua all'interno del serbatoio: quest'acqua è quella che usiamo per lavarci ecc..
Difatto esistono due circuiti separati all'interno del nostro impianto solare: uno tra i pannelli solari ed il serbatoio ed uno tra il serbatoio e i nostri rubinetti.
Il circuito tra i pannelli solari ed il serbatoio è un circuito chiuso, cioè il fluido contenuto continua a circolare al suo interno per infinite volte: in pratica il fluido entra nei pannelli solari, si scalda e viene quindi spinto dal suo stesso calore verso l'alto, ed entra così nel serbatoio posto sopra i pannelli solari, dove cede il suo calore all'acqua che normalmente usiamo e, raffreddandosi torna nei pannelli solari per un nuovo ciclo.
In questo circuito chiuso è sconsigliato immettere acqua pura, in quanto si corre il rischio che la stessa ghiacci durante i mesi invernali e che quindi rovini l'impianto solare stesso.
Per ovviare ai rischi del ghiaccio si utilizza una miscela di acqua e glicole, un pò come avviene negli impianti tradizionali di riscaldamento, dove si immette nel circuito un anti-congelante.

 

Impianto solare a pannelli solari a circolazione forzata:

Questi tipi di impianti solari utilizzano, a differenza degli impianti a circolazione naturale, per fare circolare il fluido riscaldato dai raggi solari, una pompa elettrica, governata da una centralina solare e da alcune sonde.


In estrema sintesi il funzionamento di un impianto solare a circolazione forzata è questo: i pannelli solari sono collegati ad una serpentina contenuta in un serbatoio; il fluido contenuto nei pannelli solari si riscalda e fa scattare una sonda installata in prossimità dei pannelli stessi, la sonda comunica con una centralina elettronica solare che a sua volta governa una pompa elettrica.


Questa pompa quindi si innesta e spinge il fluido caldo all'interno della serpentina contenuta nel serbatoio, dove lo stesso va a scaldare l'acqua che utilizzeremo per lavarci.